AMICUS MEUS

Tomàs Iuis de Victoria
Amicus meus, osculi me tradidit signo:

Quem osculatus fuero, ipse est,

tenete Eum!/

Hoc malum fecit signum,

Qui per osculum adimplevit homicidium.

Infelix praetermisit pretium sanguinis,

Et in fine laqueo se suspendit.


Bonuxn erat ei, si natus non fuisset homo ille.


Traduzione:


Il mio amico mi ha tradito con un bacio: «Quello che baceṛ, è Lui, arrestatelo!». /Colui che per mezzo di un bacio comṕ l’omicidio ha usato questo triste segno! L’infelice lascị cadere il prezzo del sangue ed anḍ ad impiccarsi./Sarebbe stato meglio per lui se non fosse mai nato!/L’infelice lascị cadere il prezzo del sangue ed anḍ ad impiccarsi.

Nazione:
Anno:
Genere: